Il vostro chirurgo di fiducia a ROMA

Il nostro indirizzo:

La chirurgia laparoscopica può essere considerata la più grande rivoluzione in ambito chirurgico degli ultimi 20 anni. Questa metodica consente di eseguire le procedure chirurgiche addominali utilizzando piccole incisioni cutanee lunghe al massimo 1 cm attraverso cui, guardando un monitor, si utilizzano strumenti ottici ed operativi. L'immagine intra operatoria è ben definita e magnificata rispetto alla realtà. Il primo intervento laparoscopico, una colecistectomia, fu eseguito nel 1989. Da allora la quasi totalità degli interventi di chirurgia generale addominale vengono eseguiti mediante questo approccio.

Il vantaggio principale della CHIRURGIA LAPAROSCOPICA è rappresentato da un'invasività chirurgica decisamente inferiore rispetto ad un classico intervento di chirurgia "aperta". I tempi di recupero sono nettamente inferiori, il dolore post operatorio è decisamente ridotto e la degenza ospedaliera abbreviata.

Vantaggi sull’utilizzo della Laparoscopia:

Il Dott. Alessandro Arturi si avvale di tutto lo strumentario chirurgico più avanzato per l’utilizzo della tecnica laparoscopica per la sintesi dei tessuti (resezione, sutura, coagulazione).

Le indagine diagnostiche necessarie sono effettuate dal Dott. Alessandro Arturi utilizzando strumenti all'avanguardia nella chirurgia addominale.

La chirurgia addominale

Chirurgia Addominale

La chirurgia addominale è quella branca della chirurgia generale che si occupa in modo specifico di tutte le malattie (benigne e maligne) degli organi addominali quali fegato, pancreas, stomaco, intestino tenue e della parete addominale (ernie inguinali, ombelicali, ernie della parete addominale e laparoceli)

E' ormai da più di un ventennio che l'approccio chirurgico nella chirurgia addominale può essere distinto in due tipi: laparoscopico (o mini invasivo) e laparotomico (mediante un taglio incisionale sulla parete addominale).

La laparoscopia (vlc-videolaparochirurgia) o anche detta celioscopia è una tecnica chirurgica che prevede l'esecuzione di un intervento chirurgico addominale senza apertura della parete. Essa sfrutta, come nell'endoscopia, uno strumento dotato di una telecamera che trasmette a un monitor le immagini dall'interno dello spazio esaminato. Attraverso dei piccoli fori effettuati nella parete addominale si inseriscono delle canule (trocars) dentro cui si inseriscono dei sottili strumenti chirurgici quali pinze, forbici, suturatrici, porta aghi, ecc.

DEFINIZIONE DI LAPAROTOMIA

Con il termine “laparotomia” si intendono le tecniche chirurgiche che si esplicano attraverso un’incisione lungo la parete addominale. Tale incisione misura di solito da 4 a 12 pollici: può essere effettuata orizzontalmente o verticalmente fino all’ombelico a volte attorno ed oltre. In ogni caso l’incisione si estenderà nello spessore della parete addominale e durante l’intervento sarà tenuta aperta con valve metalliche, permettendo così al chirurgo di utilizzare entrambe le mani e gli strumenti all’interno della cavità addominale.

NOTE

L’incisione della parete addominale è responsabile del dolore post operatorio riferito dalle pazienti, di un più lungo ricovero (circa 5 o 6 settimane) e di un significativo numero di complicanze post intervento. Per tale motivo spesso sono necessarie dalle 4 alle 6 settimane per ottenere guarigione completa e quindi per permettere alle pazienti di tornare alle normali attività.

Uno fra i maggiori vantaggi della

Uno fra i maggiori vantaggi della chirurgia laparoscopica è proprio quello di evitare grosse incisioni e complicanze associate. La chirurgia addominale detta “a cielo aperto” consiste nell’apertura della cavità addominale mediante incisione della parete addominale che a seconda del tipo d’intervento chirurgico e della patologia da trattare può essere eseguita con incisione trasversale (incisione sovrapubica sec Pfannesteel o sec Joel Coein controllare) o longitudinale controllare).

Per via laparotomica vengono comunemente eseguiti gli interventi di isterectomia semplice e/o allargata, con linfoadenectomia per patologia neoplastica. Inoltre sempre per via laparotomica si eseguono interventi di isterectomia per fibromatosi uterina, miomectomie, asportazioni di cisti ovariche complesse, interventi ricostruttivi, per malformazioni dell’apparato genitale, tagli cesarei, sacropessia per prolassi e e colposospensioni in donne giovani.

La Proctologia

La patologia emorroidaria

La tecnica chirurgica per queste patologie è ormai ben codificata. Viene continuamente arricchita da tecnologie nuove che permettono di semplificare i procedimenti e ridurre al minimo il disagio per il paziente. Le patologie di più frequente osservazione come le emorroidi, le ragadi, le fistole a tutt'oggi possono, nella quasi totalità dei casi, essere trattate in regime di DAY SURGERY, cioè senza ricovero notturno.

L'endoscopia

L'endoscopia è un metodo di esplorazione dal punto di vista medico che permette di visualizzare l'interno del corpo. Per questo esame viene utilizzato un endoscopio. Quest'ultimo è un tubo ottico munito di microcamere che trasmettono le immagini in uno schermo. L’endoscopia del tratto digestivo superiore è un'indagine che consente di esaminare la parte superiore del vostro apparato digerente (esofago, stomaco e duodeno) evidenziando alterazioni o malattie organiche per mezzo un apparecchio sottile e flessibile, appunto, l’endoscopio.Per ogni chiarimento rivolgetevi con fiducia al Dott. Alessandro Arturi il Vostro chirurgo di riferimento.

Contattaci

Il nostro indirizzo:

Dott. Alessandro Arturi

Ospedale San Pietro Fatebenefratelli
Via Cassia 600
00189 ROMA
Tel: 0633582143 -> CUP

Studio Medico: Via Calenzana 4
00122 ROMA
Tel: 0656304200
Tel cell: +39 338 9915151

Email: [email protected]